mercoledì 30 novembre 2016

BuzzFeed vs M5s: bufale e propaganda russa dai suoi siti e account

I leader del Movimento 5 Stelle, il "partito politico più popolare in Italia", hanno costruito un "network di siti e account sui social media che si estende in modo incontrollato e diffonde notizie false, teorie complottiste e propaganda del Cremlino a milioni di persone": lo sostengono gli esperti di BuzzFeed News, noto sito d'informazione statunitense con un focus sui
media e sulle tecnologie digitali In un momento di "grande preoccupazione in Europa per l'impatto sui processi democratici di notizie false e dell'interferenza russa, l'Italia si sta preparando a essere il prossimo principale campo di battaglia grazie alla sofisticatezza e all'ampia portata della macchina della propaganda del Movimento 5 Stelle". Questa macchina include non solo i blog e gli account social del Movimento, che hanno milioni di follower, argomenta BuzzFeed, ma anche "una serie di siti redditizi che si descrivono come testate indipendenti e che sono in realtà controllati dalla leadership del partito". Si tratta di siti che fanno propaganda per il Movimento, fanno disinformazione e attaccano i rivali politici, "in particolare il presidente del Consiglio, Matteo Renzi". Uno di questi siti è TzeTze, che ha 1,2 milioni di follower su Facebook. Questo e altri siti, spiega BuzzFeed, pubblicano notizie false accompagnandole con frasi come "La verità che stanno provando a nasconderci". Tra queste, per esempio, quella secondo cui gli Stati Uniti avrebbero finanziato segretamente i trafficanti che portano i migranti dall'Africa in Italia. Le storie, riporta AskaNews, "spesso provengono da siti di proprietà del Cremlino, come Sputnik". "La linea editoriale del Movimento 5 stelle è in sintonia con Putin e molto critica verso gli Stati Uniti e i principali leader dell'Unione europea". Il blog di Grillo "è il più popolare in Italia e BuzzFeed ha scoperto che i post sulla sua pagina Facebook - che ha quasi 2 milioni di follower - godono di un engagement paragonabile, in media, a uno dei più grandi quotidiani italiani, il Corriere della Sera. La pagina ufficiale del M5S ha 900.000 follower, mentre alcuni dei principali deputati e senatori del movimento hanno centinaia di migliaia di follower. Ci sono poi dozzine di pagine e gruppi liberamente affiliati come comitati locali e fanclub di deputati". "La leadership del partito controlla anche TzeTze e un altro sito apparentemente indipendente, La Cosa, che ha 125.000 like su Facebook". Al centro di questa rete di blog e siti collegati "c'è la Casaleggio Associati". Secondo BuzzFeed, tra l'altro, tutti questi siti condividono lo stesso IP, e gli stessi ID di Google Analytics e Adsense. BuzzFeed ha preparato una lista di dodici domande per il M5S e la Casaleggio Associati, riguardanti la rete di siti che controlla, il suo ruolo nel diffondere notizie false, la propaganda russa e il rapporto del partito con il Cremlino. La Casaleggio Associati ha detto che "la politica della società è di non rispondere al tipo di domande fatte da BuzzFeed" e che "tutte le accuse specifiche sulla società sono inesatte". Un portavoce ha aggiunto che la società "non ha avuto alcun rapporto con la Russia o aziende russe". Anche il M5S, ha scritto BuzzFeed, "si è rifiutato di commentare". Un ex dipendente del team di Google Ads ha paragonato la rete di siti collegati a M5S a quelli che diffondevano notizie false pro-Trump. Google ha rifiutato di commentare su siti o inserzionisti specifici.




Fonte: AskaNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...